Azioni


Cosa sono le azioni.

Le azioni sono parte del patrimonio di una impresa. Quando una impresa quota le proprie azioni in borsa, queste hanno automaticamente un valore pari a quello che il mercato attribuisce all’impresa in toto. Il valore della partecipazione in una impresa di trova moltiplicando il numero di queste parti ( o azioni) per il valore che il mercato attribuisce ad ognuna di loro. In teoria, quando si ha una partecipazione ad una impresa, si diventa proprietari in modo proporzionale dei suoi attivi, passivi e dei risultati.

Esistono vari tipi di azioni sebbene la caratteristica comune sia quella di conferire il potere di voto. Alcune azioni però possono conferire più diritti, più potere di voto o più dividendi. In ogni momento l’investitore deve scegliere quale titolo comprare e quale sia migliore per i propri interessi.

Comprare una azione, e quindi una parte di una impresa, implica una decisione di rischio, poiché si diventa dipendenti da vari fattori quali la gestione di impresa, il rischio operazionale, il settore di attività ed il paese.

In caso di fallimento, è fondamentale sapere che gli azionisti sono gli ultimi creditori ad incassare, ossia se una impresa fallisce, sarà molto difficile recuperare il proprio capitale.

Importi da negoziare

Gli investitori normalmente possono scegliere la quantità di azioni che vogliono investire. Nonostante ciò in alcune Borse esistono dei minimi o delle restrizioni nelle quantità negoziabili e pertanto il cliente dovrà stare attento a queste prescrizioni in quanto il sistema automaticamente eliminerà gli ordini con esse non compatibili.

Formazione del prezzo.

I prezzi delle azioni si formano durante le sessioni di apertura dei mercati in relazione al rapporto tra domanda ed offerta. In alcuni mercati si possono avere delle aste per la formazione dei prezzi, come nelle pre-aperture o alla fine di una sessione, od anche durante la stessa. In questo lasso di tempo si possono dare ordini, ma solo alla fine dell’asta si saprà se l’ordine è stato evaso o meno.

Minima Variazione di Prezzo.

La variazione minima di prezzo di una azione dipende dal mercato, potendo essere di 0.05, 0.01, 0.005 o altro.

Garanzia e margine.

Le azioni possono essere usate come garanzia nelle operazioni con strumenti finanziari derivati. Dif Broker grazie alla sua piattaforma può fornire in tempo reale informazioni sulle percentuali di garanzia e di margine che si possono applicare ai prodotti che le necessitino.

Orario di negoziazione

L’orario di negoziazione delle azioni è disponibile sulla piattaforma e varia da mercato a mercato.

Commissioni ed altre spese.

Quando viene effettuata una operazione con azioni vengono applicate le tariffe disponibili su: www.difbroker.es/web/it_it/pricing

Eventi patrimoniali.

Pagamento dei dividendi: nel caso si possiedano azioni di una impresa, si avrà diritto a ricevere una parte dei dividendi che l’impresa distribuisce. Aumento/ riduzione di capitale: nell’eventualità di un aumento di capitali, per sottoscrizione od incorporazione, il cliente riceverà i diritti di sottoscrizione corrispondenti che potranno essere esercitati o venduti sul mercato.

OPA: quando si ha una OPA, il detentore delle azioni dovrà informare DIF Broker della sua posizione, trasmettendo i rispettivi ordini.

Eventi non patrimoniali o contabili.

OPT: queste operazioni si caratterizzano per lo scambio di azioni da una impresa all’altra. L’investitore ha diritto alle azioni della nuova impresa prestando però attenzione alle nuove condizioni di negoziazione di questa.

Split Mercado/ Split Reverso: esistono eventi che teoricamente non hanno effetti sul valore patrimoniale dell’azioni traducendosi in una variazione del numero di azioni rapportato ad un nuovo prezzo dell’attivo soggiacente.

Fusione di impresa: Nel caso ci sia una fusione di impresa, l’azionista ha diritto a ricevere le azioni della nuova impresa, considerando però le nuove condizioni di negoziazione.